la Basilica di San Bernardino

La Basilica di S. Bernardino, una delle maggiori basiliche dell'Aquila, custodisce il corpo del Santo al quale è dedicata. La pianta primitiva, di stile tendenzialmente gotico e risalente alla metà del XV secolo, era costituita da tre navi che sboccavano in un ambiente poligonale con una grande cupola anch'essa poligona, da quattro cappelle, dall'abside, dal coro e dal campanile cuspidato.
La scelta di edificarla in un luogo alto e in uno spazio libero ed ampio rispondeva alle esigenze di inquadrare a monte il quartiere medievale.
La facciata attuale, che sostituì quella originaria e che ha retto anche al terremoto del 1703, fu elevata tra il 1525 e il 1542 su un podio gradinato secondo il disegno di Cola dell'Amatrice il quale diresse personalmente i lavori: come attesta l'iscrizione del 1527, al lato sinistro del primo ordine.
Dopo il terremoto del 1703 la Chiesa fu riedificata su schemi barocchi.
Ai primi dell'800, fu costruita un'ampia scalinata che sembra raccordare il tempo medievale con quello rinascimentale barocco: questa, infatti, partendo dalla sottostante Piazza Bariscianello, si slancia verso la Chiesa con un movimento che dà una forte connotazione spaziale al quadro d'insieme.

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.